• € 105,00

    Non disponibile

Dalla utopia della Cupola in vetro sul monte Resegone all'impegno professionale e organizzativo nei quartieri popolari di Berlino: un fantasioso interprete dell'architettura del primo Novecento.

Una importante monografia sull’opera completa di Bruno Taut (1880-1938). Animatore dell’espressionismo architettonico dell’immediato dopoguerra, Taut si converte alle forme de Razionalismo, passando dalla utopia della cupola in vetro sul monte Resegone (1918) all’impegno professionale e organizzativo nei quartieri popolari di Berlino.

Così, tra le più alte espressioni della sua attività architettonica, convivono il padiglione per l’esposizione di Colonia del 1914 e il quartiere Britz a Berlino del 1925.

Dal 1921 al 1924 è architetto capo della città di Magdeburgo, ma, con l’avvento del nazismo, lascia la Germania per trasferirsi all’estero.

La presentazione testuale e grafica rigorosa, l’ineccepibile livello scientifico e il corredi di informazioni e di immagini, fanno di questo volume una tappa fondamentale nella vicenda critica di Taut, fantasioso interprete dell’architettura del primo Novecento.

Ulteriori informazioni negli Allegati.


Formato
25x28
Legatura
cartonato con sovraccoperta
Pagine
440
Anno di pubblicazione
2001
ISBN
9788843571383
Genere
Architettura
Marchio
Electa