Architettura

AA.VV.

Bauhaus Weimar

a cura di Michael Siebenbrodt

Bauhaus Weimar
  • € 95,00

    Esaurito

Un'opera inedita sul lavoro e il ruolo del Bauhaus di Weimar nel periodo compreso tra il 1919 e il 1925. Un vivace e variegato ritratto dei primi anni del Bauhaus che restituisce la straordinaria attività della più importante scuola d'avanguardia del '900.

Non è facile aggiungere nuovi contributi alla vasta letteratura dedicata al Bauhaus, la più gloriosa scuola di arti applicate e di architettura del Novecento, il cui nome “Bauhaus”, secondo Mies van der Rohe, fu la più originale invenzione di Walter Gropius. Gropius diede vita alla Scuola nel 1919 a Weimar, la città di Goethe e Schiller. Dal 1919 sino al 1925 il Bauhaus ebbe la sua sede a Weimar e divenne punto di riferimento della cultura artistica europea. I più noti esponenti dei movimenti di avanguardia ebbero rapporti con la Scuola dove insegnarono i più celebri artisti , architetti e progettisti nel campo della arti applicate. Questo libro offre utili informazioni storiche sulla vita della Scuola negli anni della sua formazione e grazie a un apparato illustrativo fuori dal comune documenta quanto venne realizzato nei diversi Laboratori che ne organizzavano l’attività didattica. L’intreccio tra didattica e sperimentazione artistica fu strettissimo e ciò che questo libro pone in evidenza è l’importanza degli scambi che avvennero tra docenti celebri e dotati studenti. Provenienti da ogni Paese d’Europa.

L’apparato delle illustrazioni contiene numerosissimi documenti inediti e racconta quanto venne realizzato nella Scuola a partire dallo Studio di architettura diretto da Gropius per arrivare ai Laboratori delle arti figurative ove operarono Lyonel Feininger, Georg Muche, Itten, Kandinsky e Klee, della tessitura (diretto da Gunta Stölzl, autrice di opere ancor oggi stupefacenti), di ceramica, falegnameria (dove si formò uno dei massimi designer del Novecento, Marcel Breuer), di scultura, di decorazione murale (Oskar Schlemmer), di tipografia (vi vennero disegnati capolavori insuperati) e, infine, del teatro e delle feste -perché al Bauhaus si svolsero anche feste memorabili. La Scuola di Gropius fu un crogiuolo di intelligenza, di genialità e creatività -un raggio luminoso nella storia del Novecento che questo libro descrive nella maniera più esaustiva e sorprendente.


Formato
25 28
Legatura
cartonato con sovraccoperta
Pagine
288
Anno di pubblicazione
2008
ISBN
9788837060053
Lingua
Italiano
Genere
Architettura
Marchio
Electa