Mantova: Città di Giulio Romano
News

Al via il progetto Mantova: Città di Giulio Romano. Presentato alla stampa un anno di proposte culturali e mostre dedicate all’artista

Martedì 9 luglio, a Palazzo Lombardia a Milano, è stato presentato alla stampa il progetto Mantova: Città di Giulio Romano (www.giulioromanomantova.it). La città di Mantova celebra il maestro manierista con un ricco programma di proposte culturali ed eventi espositivi, ideato in stretta collaborazione con le principali istituzioni del territorio. Protagoniste del palinsesto sono le mostre allestite a Palazzo Ducale e a Palazzo Te dal 6 ottobre 2019 al 6 gennaio 2020.
da sx a dx  Chiara Giudice (Direttore marketing e mostre Electa),  Stefano Baia Curioni (Direttore Fondazione Palazzo Te), Attilio Fontana (Presidente Regione Lombardia), Mattia Palazzi (Sindaco di Mantova), Michela Zurla (Palazzo Ducale di Mantova),  Giovanni Pasetti (Consigliere delegato alla cultura Comune di Mantova)
da sx a dx Chiara Giudice (Direttore marketing e mostre Electa), Stefano Baia Curioni (Direttore Fondazione Palazzo Te), Attilio Fontana (Presidente Regione Lombardia), Mattia Palazzi (Sindaco di Mantova), Michela Zurla (Palazzo Ducale di Mantova), Giovanni Pasetti (Consigliere delegato alla cultura Comune di Mantova)
A Palazzo Ducale, l’esposizione "Con nuova e stravagante maniera". Giulio Romano a Mantova nata dalla collaborazione tra il Complesso Museale Palazzo Ducale di Mantova e il Musée du Louvre di Parigi, illustra la figura di Giulio Romano e la sua “nuova maniera” di fare arte, in particolare nella città gonzaghesca, con un nucleo di settantadue disegni concessi in prestito, per la prima volta, dal Département des Arts Graphiques del Musée du Louvre, attraverso i quali è possibile ripercorrere la carriera professionale dell'artista, dagli esordi a Roma alla lunga e intensa attività a Mantova, evidenziando la molteplicità dei suoi interessi. Accanto alle opere del Louvre la mostra proporrà un’ulteriore e ricca selezione di disegni, provenienti dalle più importanti collezioni museali italiane e straniere (tra cui l’Albertina di Vienna, il Victoria & Albert Museum di Londra, la Royal Collection a Windsor Castle), oltre a dipinti, incisioni e maioliche.

Nelle sale Napoleoniche di Palazzo Te, la mostra Giulio Romano: Arte e Desiderio indaga la relazione tra immagini erotiche del mondo classico e invenzioni figurative prodotte nella prima metà del Cinquecento in Italia, esponendo dipinti, disegni e oggetti preziosi provenienti da venti istituzioni, tra cui il Metropolitan Museum of Art di New York e il museo Hermitage di San Pietroburgo. Giulio Romano: Arte e Desiderio è parte integrante del programma di mostre ed eventi Giulio Romano è Palazzo Te (settembre 2019 – giugno 2020), promosso dalla Fondazione Palazzo Te e dal Comune di Mantova, organizzato e prodotto con Electa.