quadro-electa-540

Storia

La casa editrice Electa nasce nel 1945 a Firenze. L’Italia esce provata dagli anni della guerra, il patrimonio artistico è fortemente danneggiato dai bombardamenti e l’identità culturale del paese necessita di un rinnovato slancio vitale.

Le prime pubblicazioni di Electa si avviano sotto l’impulso dello storico dell’arte Bernard Berenson, il quale fin da subito intende sia studiare e divulgare tutte le forme d'arte, sia tutelare i monumenti tramite la conoscenza, la documentazione fotografica e la conseguente produzione di pubblicazioni scientifiche. Nascono alcune linee editoriali che segneranno il percorso della critica d’arte lungo i decenni, in particolare le monografie sugli artisti e gli studi scientifici su periodi e movimenti nazionali e internazionali.

Alla fine degli anni cinquanta la casa editrice si trasferisce a Milano. Ai grandi progetti di tutela dei beni culturali, con la schedatura sistematica di alcuni musei e gallerie italiani, si aggiungono volumi e collane che esplorano le scuole artistiche regionali, le arti minori e la scultura.

Si delineano nuovi orizzonti, in particolare con la creazione di collane e riviste che fanno di Electa il primo editore d’architettura nel mondo e di collane di divulgazione artistica a prezzi contenuti, destinate a un nuovo e più vasto pubblico.

Anno dopo anno la casa editrice consolida la sua identità e il suo ruolo, aprendosi sia all’arte e all’architettura contemporanea, sia ad altre forme di espressione artistica quali la fotografia, l’industrial design, la moda, l'alta cucina.
Nel medesimo periodo prende corpo lo spettacolare archivio iconografico di Electa, un repertorio che arriverà a contare, negli anni seguenti, oltre 500.000 immagini a colori e in bianco e nero di pittura, scultura, architettura, arti decorative e archeologia, raccolto attraverso prestigiose campagne fotografiche, commissionate ai maggiori professionisti della fotografia e arricchito da campagne e acquisizioni mirate.

Nel 1983 si aprono gli uffici di Electa Napoli, marchio con oltre cinquecento titoli che raccontano temi e momenti cruciali della cultura artistica del Mezzogiorno e con i cataloghi delle grandi mostre tenutesi, per esempio, a Capodimonte, al Museo Archeologico Nazionale, al Museo MADRE e a Pompei. La società Electa Napoli verrà fusa in Electa nel 2007.

Dopo l’acquisizione di Electa nel 1988, attraverso la società di partecipazioni editoriali Elemond, Mondadori accorpa la produzione dei propri libri illustrati a quella della storica casa editrice fiorentina.

In quegli anni il catalogo di libri illustrati Mondadori ha le caratteristiche che poi manterrà e svilupperà nel decennio seguente, con i manuali, i libri di cucina, i libri d'arte e i grandi libri illustrati di reportage. Le guide di viaggio, con le collane Guide Mondadori e Top10, nate dalla collaborazione con l'editore inglese Dorling Kindersley, anticipano il concetto multimediale di interazione intuitiva tra testo e immagini. Anche il settore delle coedizioni internazionali, con la creazione di grandi serie, conosce un periodo di espansione.

Nel 1999 esce La terra vista dal cielo, del fotografo francese Yann Arthus-Bertrand, con immagini del pianeta ripreso dal cielo, mai viste prima. Nel 2003 esce il primo volume della fortunata serie Oggi cucino io, che sperimenta con successo la formula del volume di cucina compatto, molto illustrato, di foliazione elevata e di prezzo contenuto.

Contemporaneamente si sviluppa con grande rapidità il settore delle vendite congiunte, la produzione di volumi e di intere collane create per essere venduti in abbinamento a quotidiani e a settimanali sia in Italia sia all'estero. Tra questi spicca l'Enciclopedia dei Ragazzi, più volte riproposta.

Nel decennio seguente, accanto ai tradizionali volumi illustrati di grande formato, nascono per Mondadori le Madeleines, una nuova collana di biografie e autobiografie di scrittori, chef e celebrities italiane e straniere. I titoli più venduti sono Il diavolo e la rossumata e Il bacio di Giuda di Sveva Casati Modigliani, rispettivamente del 2012 e del 2014.
Per il marchio Electa escono le ElectaStorie, libri che raccontano i lati nascosti e intriganti del mondo dell'arte, dalla nascita delle grandi collezioni, alle vite degli artisti più noti e gli Smartbook, che offrono un punto di vista fresco, insolito e a volte irriverente sulla cultura figurativa.

Nel 2011 sono pubblicati i primi libri Electa per bambini, gli ElectaKids, con scrittori per l'infanzia italiani e stranieri, una grafica raffinata e disegni di alta qualità. Un successo in libreria e tra gli addetti ai lavori, al punto che i libri Mappe e Perché il cane ha il naso bagnato vincono il premio Andersen rispettivamente nel 2013 e nel 2014.

Dal 2012 Mondadori Electa affianca alla sua produzione cartacea anche quella in e-book.
Nel 2015 inizia la pubblicazione degli ElectaYoung, libri di narrativa destinati agli adolescenti.
Nel 2015 esce per Mondadori Sotto le cuffie, scritto dallo youtuber Favij, un successo di vendita senza precedenti che inaugura la serie dei libri scritti dalle webstar, i nuovi protagonisti della rete, gli youtuber e blogger più noti, per il marchio Mondadori.
Oggi la produzione trade di Mondadori Electa spazia dalla cucina, alla narrativa, alle autobiografie, alla saggistica, alla manualistica, alle webstar, in una continua ricerca di rinnovamento e diversificazione.

Dal 2001 Electa ha una base operativa a Roma e, con l'area Mostre e Musei, garantisce una presenza attiva presso le principali istituzioni culturali della capitale. In quest'ambito nascono i cataloghi scientifici e le guide per le sedi museali del Comune di Roma; i repertori del patrimonio (siti archeologici e complessi museali) tutelato dalla Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma e del Lazio; le collane dei musei MACRO e MAXXI; i volumi per la Galleria nazionale d’arte moderna.

Negli anni l'area Mostre e Musei di Electa ha attivato importanti collaborazioni con le più prestigiose sedi museali ed espositive italiane – come il Colosseo, le Scuderie del Quirinale a Roma, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, la Pinacoteca di Brera, Il Museo del Novecento, La Triennale, il Palazzo Reale di Milano, Villa Adriana a Tivoli, il Palazzo Ducale di Mantova, la Reggia di Caserta – e straniere – tra cui il British Museum, il Louvre, l’Hermitage, gli Staatliche Museen zu Berlin, il Metropolitan Museum of New York – avvalendosi della consulenza di professionisti del settore e delle più qualificate aziende di allestimenti e impiantistica museale.

Sono state attivate importanti collaborazioni con importanti organismi internazionali, tra cui quelle con l’Accademia di Francia - Villa Medici e con Palazzo Grassi - François Pinault Fondation.

Oggi Electa è riconosciuta quale partner culturale affidabile per compiti e responsabilità di tipo progettuale, organizzativo e operativo, tra cui la gestione dei servizi aggiuntivi e dei bookshop museali. Una fiducia che è cresciuta nel tempo grazie a un confronto continuo con le istituzioni e i curatori su temi e progetti culturali, strategie di marketing, strumenti di comunicazione e modelli gestionali ed economici volti al raggiungimento degli obiettivi delle Istituzioni stesse.

A partire dalla collana dei Classici d’Arte, oltre 100 volumi monografici sui grandi della pittura con il catalogo completo delle opere, pubblicati a partire dal 1966, Rizzoli pubblica numerosi libri illustrati d’arte e di fotografia in Italia e all’estero attraverso la Rizzoli International Publications, creata nel 1974.
Dagli anni ’90 nel catalogo dei libri illustrati Rizzoli è confluito parte del catalogo dei grandi libri illustrati e cataloghi d’arte pubblicati con il marchio Fabbri Editori, in seguito all’acquisizione nel gruppo Rizzoli-Corriere della Sera.

Nel solco della tradizione dei libri d’arte di divulgazione, dal 2011, Rizzoli è l’editore di Philippe Daverio, popolare critico d’arte e autore televisivo, che ha pubblicato saggi bestseller e in particolare la trilogia Il Museo immaginato, Il secolo lungo della modernità e Il secolo spezzato delle avanguardie.

Negli anni 2000 i libri Rizzoli illustrati si sono arricchiti di nuove aree di interesse, con grandi successi nel campo dei libri di musica e di moda.

In ambito musicale nel 2000 Rizzoli è l’editore italiano di The Beatles Anthology, l’unica biografia “ufficiale” illustrata del gruppo inglese. Nel 2007 esce Una goccia di splendore, autobiografia per parole e immagini di Fabrizio De André, capostipite di una serie di libri musicali prodotti in Italia o acquisiti all’estero che vede la pubblicazione di volumi su Jovanotti, Ivano Fossati, i Pooh, David Bowie, i Pink Floyd, i Rolling Stone e molti altri.

Parallelamente escono i libri biografici illustrati su grandi personaggi della vita e della cultura italiana, quali Walter Bonatti. Una vita libera (2012), Tiziano Terzani. Guardare i fiori da un cavallo in corsa (2012) e Renzo Arbore. E se la vita fosse una jam session? (2015).

Sul mercato internazionale Rizzoli si è affermata come leader per i libri di moda lanciando in italiano e in inglese, con il marchio Rizzoli New York, monografie dedicate ai maggiori fashion designer mondiali quali Giorgio Armani, Bottega Veneta, Louis Vuitton, Valentino, Etro e molti altri.
Rizzoli ha pubblicato inoltre in Italia e in coedizione all’estero Il libro dei sogni di Federico Fellini nel 2007 e il Codex Seraphinianus di Luigi Serafini nel 2013 due libri d’eccezione pubblicati anche in edizione De Luxe in tiratura limitata.