Arte

AA.VV.

Un’eterna bellezza Il canone classico nell'arte italiana del primo Novecento

a cura di Beatrice Avanzi, Daniela Ferrari

Un’eterna bellezza
  • € 35,00

    Non disponibile

Dopo il successo del catalogo I pittori della luce, a luglio inaugura al Mart una nuova straordinaria mostra, Un'eterna bellezza, che mette in risalto un preciso aspetto dell'arte italiana del primo Novecento: l'idea di classicità e la ricerca di un canone volti a creare una nuova modernità.

Le avanguardie storiche sono state tra i movimenti più rivoluzionari ed entusiasmanti dell’arte del Novecento in italia e in Europa . C’è stato però un momento molto speciale, segnato da un ritorno al classico, dal cosiddetto “ritorno all’ordine”, alla bellezza e al canone, dopo il desiderio di libertà incarnato dalle avanguardie. Protagonisti sono quegli artisti che hanno tentato di creare un nuovo stile riscattando la tradizione e aggiungendo caratteristiche moderne, come la semplificazione delle forme e l’eliminazione dei sentimenti personali. Sono i grandi maestri del Novecento italiano: Segantini, Campigli, De Chirico, Carrà, De Pisis, Morandi, Savinio, Severini, Wildt. Questa pagina dell’arte italiana ha rivestito un’importanza fondamentale, e ha avuto un’influenza enorme al di fuori della penisola (basti citare Picasso), contribuendo in modo decisivo alla creazione del primo linguaggio moderno internazionale capace di adattare i propri principi alle diverse realtà locali.


Formato
22,5 x 26
Legatura
brossura con alette
Pagine
272
Anno di pubblicazione
2017
ISBN
978889181371
Lingua
Italiano
Genere
Arte
Marchio
Electa