Kantor
  • € 57,00

    Fuori catalogo

Tadeusz Kantor, pittore, scenografo, creatore di opere plastiche, genio teatrale incomparabile, fotografato da un occhio che ne coglie l'essenza più profonda.

“Molto raramente mi sono sentito così preso, da perdere quel controllo che devo mantenere
di fronte a chi fotografo Il gesto della sua mano annunciava il rischio quotidiano dell’entrata
in scena e l’angoscia che prende quando davvero ci rendiamo conto di essere vivi: vivi, nella luce
del patetico percorso tra il nero da cui sbuchiamo e il nero verso cui andiamo”. Così Maurizio Buscarino descrive il suo primo incontro nel 1977, in un rapporto destinato a durare fino alla fine, con il protagonista di questo volume: Tadeusz Kantor, pittore, scenografo, creatore di opere plastiche, genio teatrale incomparabile che “stava a guardia contro l’illusione e la finzione, il magma dei valori, fronteggiando i segni e i simboli epici e tragici del secolo, quel ‘900 che aveva attraversato e da cui era circondato”.

Kantor nasce nel 1915 a Wielopole, un villaggio nei pressi di Cracovia e fonda nel 1955 il Cricot 2, ensemble di attori-pittori, il cui nome si richiama affettuosamente a un cabaret intellettuale sorto nella Cracovia anni trenta. Muore l’8 dicembre 1990, a poche ore dalla prova generale dell’ultimo lavoro Oggi è il mio compleanno che aveva portato a termine attraverso una estrema fatica.

A introduzione delle 138 tavole fotografiche di uno dei massimi esponenti della fotografia italiana,
un testo dello stesso Buscarino, una biografia artistica di Kantor raccontata da Renato Palazzi
e una lirica di Kantor.
Ulteriori informazioni negli Allegati.

Leggi l’articolo in Et channel.


Formato
24x30,5 cm
Legatura
cartonato con sovraccoperta
Pagine
156
Anno di pubblicazione
2002
ISBN
9788843596478
Lingua
Italiano
Genere
Fotografia
Marchio
Electa

Fuori catalogo
Verifica la disponibilità nel sistema bibliotecario