Arte

Anna Maria Matteucci

I decoratori di formazione bolognese tra Settecento e Ottocento Da Mauro Tesi ad Antonio Basoli

  • € 100,00

    Esaurito

Con il censimento di tanti palazzi e ville, il volume presenta le opere dei decoratori bolognesi di epoca neoclassica.

La pittura d’architettura, la grande decorazione, ha avuto un ruolo di primo piano nella vicenda storico-artistica di Bologna fin dall’età barocca. In quell’epoca gli artisti bolognesi erano presenti anche in tante capitali europee, dove mietevano grandi successi. Meno conosciute sono le opere realizzate in età neoclassica. Con il censimento realizzato in tanti palazzi e ville, con l’approfondimento critico dei cicli rinvenuti, con i profili biografici di artisti sovente poco noti e con la ricca campagna fotografica appositamente realizzata, questo volume vuole presentare un quadro da cui è riscontrabile il perdurare di un alto livello qualitativo e di una viva originalità, un panorama che per quantità e varietà di soluzioni emerge sulla produzione artistica dei centri più importanti dell’epoca. Accanto a Felice Giani e a Pelagio Pelagi, si distingue infatti, con chiara evidenza, la particolarissima figura di Antonio Basoli, decoratore d’interni, scenografo, vedutista e impegnato maestro nella nuova Accademia di Belle Arti. Ma ancor prima di accostarsi a questa centrale triade il volume mette in luce, con contributi inediti, il cambiamento del gusto che si registra a Bologna negli anni Settanta del XVIII secolo.


Formato
25 x 28
Legatura
cartonato con sovraccoperta
Pagine
528
Anno di pubblicazione
2002
ISBN
9788843596379
Genere
Arte
Marchio
Electa