Arte

AA.VV.

Giacinto Cerone 1957-2004

a cura di Angelandreina Rorro

Giacinto Cerone
  • € 35,00

    Esaurito

Attraverso una significativa selezione di lavori, il catalogo offre l'occasione di conoscere l'intera opera dal percorso indipendente, oscillante tra suggestioni concettuali e fisicità espressiva di Giacinto Cerone.

“L’impetuosità di Fazzini, l’analisi di Boccioni e la sintesi di Fontana, la meditazione di Licini e la spontaneità di Leoncillo, la costruzione dei Melotti e la sensazione di Novelli assunti come valori che debbono concorrere all’articolazione logica di quell’unità funzionale che è la scultura”. Così Giuseppe Appella descrive l’opera dell’artista e amico Giacinto Cerone. Nato a Melfi nel 1957, dove esordisce con mostre e performance, l’artista manterrà un costante legame con la regione d’origine pur trasferendosi definitivamente a Roma nel 1984. Scompare prematuramente nel 2004 interrompendo una ricerca rivolta alla continua sperimentazione di tecniche e materiali – dai gessi alle ceramiche, dal marmo al legno, fino alle più audaci combinazioni con materiali industriali, quali il moplen, il polietilene e il silicone – con i quali ha da sempre instaurato un rapporto emotivo e fisico. Attraverso una significativa selezione di lavori, il catalogo offre l’occasione di conoscerne l’intera opera dal percorso indipendente, oscillante tra suggestioni concettuali e fisicità espressiva e quindi difficilmente collocabile all’interno di correnti e movimenti delineati. La prima retrospettiva dell’artista Giacinto Cerone.


Formato
17 x 24
Legatura
brossura
Pagine
212
Anno di pubblicazione
2011
ISBN
9788837086404
Lingua
Italiano
Genere
Arte
Marchio
Electa