Narrativa e poesia

Aldo Nove

Un bambino piangeva

Un bambino piangeva

Il ricordo di un sapore infantile, quello del torrone molle, darà l'avvio alla fortunata incursione di Aldo Nove nel territorio delle Madeleines.

Antonello Centanin, in arte Aldo Nove, ha trascorso tutte le estati, dall’infanzia alla prima adolescenza, in Sardegna, un’isola che nel suo immaginario poetico si è trasformata in una terra magica e misteriosa, popolata dalle presenze ancestrali di antichi isolani. Il racconto di Nove segue un doppio registro narrativo, realistico e fantastico allo stesso tempo. Da un lato il giovanissimo Antonello, bambino alla scoperta di una terra lontana e in parte sconosciuta, dall’altro il piccolo Sartàlo, giovane di una tribù indigena perennemente in lotta per la sopravvivenza. Una vicinanza curiosa e inaspettata legherà per sempre le esistenze fragili dei due protagonisti, separati dal tempo, ma non dal destino. Il nonno di Antonello e un vecchio Sikh, Giò, faranno da guida al piccolo. Un romanzo poetico ed evocativo, fantastico e almeno in parte autobiografico. Dopo il successo di “La vita oscena” (Einaudi, 2010) e “Tutta la luce del mondo” (Bompiani, 2014), Aldo Nove, per la prima volta a marchio Mondadori, esordisce nella collana delle Madeleines.


Formato
12.5 x 19.5
Legatura
cartonato con sovraccoperta
Pagine
154
Anno di pubblicazione
2015
ISBN
9788891801531
Lingua
Italiano
Genere
Narrativa e poesia
Marchio
Mondadori