Design

AA.VV.

Piccoli segni nei dintorni Donata Paruccini

a cura di Marco Romanelli

Piccoli segni nei dintorni
  • € 18,00

    Esaurito

Triennale Design Museum presenta per la prima volta organicamente il lavoro di questa giovane e promettente designer.

La progettualità di Donata Paruccini è ben esemplificata da The Fly. La Paruccini, come nota il curatore, “mette in scatola” delle mosche “fastidiose” per renderle funzionali trasformandole in puntine da disegno. Questo “mettere in scatola” significa affrontare progettualmente stimoli, domande, problemi quotidiani. Significa suggerire l’obbligo di tornare a guardare le cose: viverle, non accumularle; toccarle, non riporle. Donata Paruccini è una progettista “schiva”: progetta solo quando può aggiungere all’esistente una piccola cosa, un frammento di poesia, una traccia di ordine. Progetti come il portamatite Monoblocco, le scatole per la pulizia delle scarpe Cleaning shoes box o lo svuotatasche Catch-all testimoniano questo approccio ideologico, assolutamente inedito, che si distingue per l’eccezionale qualità formale dei risultati.

Donata Paruccini è nata nel 1966 a Varedo (Milano), i primi anni formativi in Sardegna, quindi si trasferisce a Firenze dove studia Industrial Design all’ISIA. Dal 1994 al 1997 lavora nello studio Andrea Branzi. Nel 2007 è stata membro del “Consiglio Italiano del Design”. Attualmente vive e lavora tra Milano e Parigi e i suoi oggetti sono in produzione per Alessi, ENO, Morellato, Nodus, Pandora Design e RSVP.Tra le diverse esposizioni collettive si ricordano nel 2007 The New Italian Design alla Triennale di Milano; nel 2005 Premio Caiazza Memorial Challenge sezione inviti, organizzata da Promosedia, Udine; Art of Italian design ad Atene; nel 2003 1950-2000: Theater of Italian Creativity al Dia Center di New York.


Formato
15 x 20
Legatura
brossura
Pagine
97
Anno di pubblicazione
2010
ISBN
9788837079895
Lingua
Bilingue Italiano/Inglese
Genere
Design
Marchio
Electa