Attualità e Storia

Andrea Giuntini

Lettere dal Fronte Poste Italiane nella Grande Guerra

Lettere dal Fronte

Alcuni numeri relativi all'immenso lavoro delle Poste durante la Grande guerra possono dare l'idea di quanto fosse grande il bisogno di comunicare di chi si trovava al fronte e di chi aveva visto partire una persona cara. Tuttavia, per comprendere il significato che ebbe la corrispondenza personale in quel difficile momento storico, bisogna immergersi nel contenuto delle migliaia di lettere e cartoline spedite e ricevute dai soldati.

I sentimenti patriottici, la preoccupazione per l’andamento del lavoro nei campi, la spavalderia e il cameratismo, l’orrore della carneficina, la struggente lontananza e la preoccupazione di essere dimenticati… nelle parole dei soldati e dei loro familiari e amici c’è di tutto, un Paese diviso dagli eventi della Storia e tenuto assieme da un filo sottile fatto di inchiostro e di carta. Aspettata con ansia e poi conservata fra i tesori di famiglia, talvolta recuperata in maniera avventurosa dagli effetti personali di un caduto, preservata in archivi e biblioteche o acquistata per caso in un mercatino, la corrispondenza di guerra è oggi un documento storico inestimabile, che racchiude – ancora vive – le voci delle diverse classi sociali, provenienze geografiche e individualità che hanno fatto la storia dell’Italia.


Formato
22 x 28
Legatura
brossura con sovraccoperta
Pagine
160
Anno di pubblicazione
2015
ISBN
9788817085144
Lingua
Italiano
Genere
Attualità e Storia
Marchio
Rizzoli