Ladri di cotolette

Per la prima volta con "Ladri di cotolette", Diego Abatantuono svela qualcosa di sè, ripercorrendo il "dietro le quinte" di tutti i grandi film di cui è stato protagonista e usa il cibo come filo conduttore: ricette incontrate quasi per caso e diventate memorabili, piatti poveri spesso arricchiti dalla conversazione. Diego così riporta alla memoria i profumi e i sapori di paesi lontani, le risate che hanno rallegrato le tante nottate passate lontano da casa, circondato da colleghi divenuti, con il tempo sinceri amici.

Fare un film è una vera avventura, e partecipare alla lavorazione di un film significa entrare in un mondo meraviglioso, un mondo a parte, un mondo che Diego ha deciso finalmente di raccontare. Perché il cinema non è solo il film, non è solo quello che vedi alla fine della lavorazione, seduto in poltrona. Il cinema è quello che accade prima, durante e dopo ogni ciak”. Ladri di Cotolette svela il vero volto di Diego, un attore che ha da sempre stabilito un rapporto profondo con il suo pubblico, che a lui è sempre rimasto fedele. Un Ebook ricco di racconti da backstage ovvero storie e aneddoti divertenti, a volte memorabili, fatiche, imprevisti e anche appassionate “storie d’amore”, più o meno clandestine, nate durante le riprese, con protagonisti veri ma nascosti, per non entrare troppo prepotentemente nelle vita privata altrui. Si ripercorrono attraverso i suoi fi lm (da Eccezionale Veramente 1992 al Peggior Natale della mia vita 2012) gli incontri con i grandi attori e registi del cinema italiano, con i quali Diego ha spesso collaborato, come Salvatores, Pupi Avati, Mazzacurati e Vanzina, uomini che hanno condiviso con lui una stessa passione per il cinema e per la convivialità.


Formato
14 x 21
Legatura
brossura
Pagine
192
Anno di pubblicazione
2013
ISBN
9788837094546
Lingua
Italiano
Genere
Narrativa e poesia
Marchio
Mondadori