Arte

AA.VV.

Atlante dell’Arte Contemporanea a Napoli e in Campania 1966 - 2016

a cura di Vincenzo Trione

Atlante dell’Arte Contemporanea a Napoli e in Campania

La Regione Campania ha voluto finanziare e promuovere questa importante pubblicazione, a cura di Vincenzo Trione, per creare il primo "archivio" di un enorme patrimonio culturale e umano, che possa essere consultabile non solo per motivi di studio e interesse specifico ma anche per conoscere attraverso l'arte i suoi protagonisti e i cambiamenti e le trasformazioni di questo territorio.

La Campania rappresenta in Italia, dal punto di vista culturale, una delle realtà più interessanti e dinamiche, centrale nell’evoluzione dei linguaggi e nel fornire nuovi talenti e nuove sensibilità. Lo è stata nei secoli, come ai tempi della costruzione della Reggia e la creazione di collezioni e pinacoteche, che ne fanno oggi una delle reti museali più importanti d’Europa. Lo è diventata sempre più quando l’arte contemporanea è entrata nella vita quotidiana delle persone, attraverso le straordinarie stazioni della Metropolitana di Napoli. Opere di artisti contemporanei e di firme dell’architettura mondiale si sono subito integrate con gli edifici storici, il panorama, l’archeologia, le guglie, il barocco e che oggi hanno nel museo MADRE un punto di riferimento.

Biografia del curatore
Vincenzo Trione è professore ordinario di Arte e media e Storia dell’arte contemporanea presso l’Università IULM di Milano, dove è Preside della Facoltà di Arti. Collabora con il «Corriere della Sera». Ha curato mostre in musei italiani e stranieri e il Padiglione Italia della 56a Biennale di Venezia (2015). Ha pubblicato monografie su Apollinaire (Il poeta e le arti, 1999) Soffici (Dentro le cose, 2001) e de Chirico (Atlanti metafisici, 2005, e Le città del silenzio, 2009) e il libro Effetto città. Arte cinema modernità (2014, Premio Roma).


Formato
21,5 x 27
Legatura
cartonato stampato
Pagine
1088
Anno di pubblicazione
2017
ISBN
978889181084
Lingua
Italiano
Genere
Arte
Marchio
Electa