Arte

Nico Stringa, Eugenio Manzato

Arturo Martini La collezione della Banca Popolare di Vicenza

a cura di Nico Stringa

  • € 30,99

    Fuori catalogo

Le sedici opere in gesso e terracotta della collezione della Banca Popolare di Vicenza, valorizzate da una campagna fotografica che ne evidenzia le diverse angolazioni e i dettagli plastici.

“Se tu mi vedessi lavorare! Il modo come mi nascono le cose ti incanterebbe.” Così scrive Arturo Martini (1889-1947) in una lettera del 1944 a Gino Scarpa. Osservando le sculture di proprietà della Banca Popolare di Vicenza – alle quali è dedicato il volume – pare proprio di sentire come sono “nate” le figure in gesso o terracotta dall’amore dell’artista per la materia.

Le sedici opere della collezione vicentina, tutte del periodo 1925-1943, rappresentano personaggi mitologici e biblici, e nudi maschili e femminili, quali Laocoonte, il Ratto delle Sabine o la Maternità, di particolare intensità.

La campagna fotografica realizzata appositamente per il volume, che permette di osservare le opere per intero nelle diverse angolazioni, ma anche di apprezzarne i dettagli plastici nella visione ravvicinata, rende pienamente omaggio al talento di uno dei massimi esponenti della scultura italiana del Novecento.


Formato
25x28
Legatura
cartonato con sovraccoperta
Pagine
164
Anno di pubblicazione
2001
ISBN
9788843579396
Genere
Arte
Marchio
Electa

Fuori catalogo
Verifica la disponibilità nel sistema bibliotecario