Storaro
News

Storaro torna a scrivere con la luce: esce il quarto volume della collana

Vittorio Storaro incontra le muse. Un pretesto narrativo che scava nelle fonti di ispirazione e che è diventato il quarto volume di Scrivere con la luce: un progetto editoriale avviato nel 2001 con il volume La Luce, seguito da I Colori e Gli Elementi. Dopo Le Muse, l’opera si completerà con I Visionari e I Profeti. Il libro è concepito, scritto e disegnato graficamente in prima persona da Vittorio Storaro, con un apparato fotografico di grande impatto. Le Muse è un libro carico di suggestione, in cui, come nei tre precedenti, le immagini impaginate cinematograficamente, su sfondo nero, come montaggi, e realizzate appositamente dall'autore, sono parte integrante del racconto.

Il volume è diviso in tre parti, nella prima sfilano le Muse, una per una. A partire dalla classicità, per ciascuna Storaro intreccia mito, psicologia, ricordi e considerazioni personali, e ad ognuna assegna un colore.
"Le Muse, educando la nostra anima, ci mostrano la possibilità di essere, ci insegnano ad avere una presenza dentro noi stessi".
Cosi ad esempio Melpomene, la Tragedia, è il rosso della seduzione, della morte e della rinascita; Tersicore è la danza generatrice e il suo colore è l'arancione. Alle nove muse classiche Storaro ne aggiuge una decima: Aura.
"Aura è l'energia che ha generato tutte le cose [...] Simbolo dell'insieme delle altre nove Muse, come la Luce bianca simboleggia i sette Colori, in quanto li contiene tutti. Essa rappresenta il raggiungimento, l'equilibrio, il tutto."
Nella seconda parte i dieci film a cui ha lavorato dal 1995 al 2001 sono raccontati principalmente attraverso immagini sovrapposte, realizzate da Storaro nel corso delle prove di inquadratura con la tecnica della doppia esposizione.
"Immagini Foto/Cinematografiche che sempre più realizzavo in doppia esposizione, direttamente nella macchina fotografica, prendendo tutti i possibili riferimenti per far combinare le due diverse immagini con un senso compiuto in relazione alla storia che si andava filmando. Sentivo che in realtà come Fotografo (colui che si esprime in una singola immagine) mi mancava un qualcosa, che ho saputo così colmare con una dualità di immagini".
La terza parte è costituita dagli apparati, molto articolati e completi, indispensabili per conoscere la vita e la carriera di Storaro.

Le Muse è un libro d'artista, in cui si percepisce la volontà di trasmettere la creatività in tutti i suoi aspetti e nel suo farsi, in un continuo rimando tra storia, mito e ispirazione.
 

 
Scopri gli altri libri di Vittorio Storaro.